Back to Top

Giant Chess Europa

32 Figure di scacchi giganti da usare come Set

90 cm | 60 cm | 40 cm | 20 cm

Scacchi in legno Teak per coloro che hanno voglia di giocare “alla grande”.
Sia per l’interno che per l’esterno.

 


Abbellite il Vostro giardino, parco, albergo o la Vostra casa con una collezione di Scacchi o una figura di Scacchi giganti in legno Teak dell'Indonesia.
Queste figure rappresentano manod’opera ornamentale – sono idonei per giocare a scacchi, non però come giocattoloi per bambini!

Specifiche prodotti

I nostri scacchi giganti

Le figure di scacchi sono mano d'opera in legno, e vanno trattati con cura.


 

Re di 90 cm,
ulteriori figure in proporzione

Si prestano benissimo al gioco degli scacchi o all'esposizione artistica, ma non al gioco dei bambini piccoli
(in poche parole, gli scacchi si rompono se vengono buttati per terra, esattamente come ogni altra scultura in legno).

Prezzo

4.500 € + IVA e spese di spedizione

 


 

Re di 60 cm,
ulteriori figure in proporzione

Si prestano benissimo al gioco degli scacchi o all'esposizione artistica, ma non al gioco dei bambini piccoli
(in poche parole, gli scacchi si rompono se vengono buttati per terra, esattamente come ogni altra scultura in legno).

Prezzo

2.750 € + IVA e spese di spedizione

 


 

Re di 40 cm,
ulteriori figure in proporzione

Si prestano benissimo al gioco degli scacchi o all'esposizione artistica, ma non al gioco dei bambini piccoli
(in poche parole, gli scacchi si rompono se vengono buttati per terra, esattamente come ogni altra scultura in legno).

Prezzo

1.500 € + IVA e spese di spedizione

 


 

Re di 20 cm,
ulteriori figure in proporzione

Si prestano benissimo al gioco degli scacchi o all'esposizione artistica, ma non al gioco dei bambini piccoli
(in poche parole, gli scacchi si rompono se vengono buttati per terra, esattamente come ogni altra scultura in legno).

Prezzo

520 € + IVA e spese di spedizione

 

Scacchi Giganti - Giant Chess Europa

Forniamo il Vostro
albergo, parco, giardino,
sala conferenze ecc.
di un tocco in più.

Siamo un giovane team della Val Gardena che offre collezioni di figure di scacchi e figure singole di scacchi in legno Teak dell'Indonesia.

Storia degli schacchi


La storia della figura degli scacchi

La storia della figura degli scacchi inizia nell'ottavo secolo dopo Cristo. La maggioranza delle figure avevano una configurazione astratta. Si trattò di forme elementari.

Storia degli scacchi


Le figure più datate ancora intatte provengono dallo spazio culturale persico-arabico. Spesso queste erano di argilla, ossa, avorio o anche di quarzo del Kaschmir. La conoscenza del significato di queste figure misteriose al giorno d’oggi è poco diffusa.
Nel decimo secolo le figure raggiunsero l’Europa, dove vennero usate per ca. 800 anni.
Anche nel Medioevo il misterioso, magico fascino di queste figure fu sentito. Ciò spiega il ritrovamento di figure astratte nelle fondamenta, che furono immurate per proteggere il fabbricato.

I precursori del gioco moderno degli Scacchi probabilmente sono nati tramite il contatto culturale dell’India e della Cina.

Nel quindicesimo secolo si arrivò ad una grossa riforma delle regole del gioco. Nei secoli seguenti furono soprattutto campioni di scacchi europei a contribuire alla ricerca del gioco. Con il torneo in Londra nel 1851 inizia la storia moderna dei tornei degli scacchi. La competizione fra Steinitz e Zukertort nell’ anno 1886 viene considerato come primo campionato del mondo di scacchi.


Storia degli scacchi


Il testo europeo più antico contenente le regole del gioco degli scacchi è in lingua ebrea e fu scritto dal poeta filosofo spagnolo Abraham ibn Ezra (1089-1164).

Verso la fine del 15. secolo le regole moderne degli scacchi si imposero: I pedoni possono passare due caselle al primo movimento, l’alfiere può spostarsi diagonalmente a piacimento (prima per due caselle), la dama si può spostare in tutte otto le direzioni per il numero di caselle desiderato (prima solo una casella diagonalmente) facendola passare da figura più debole a quella più importante.

Nel 1927 si svolse la prima olimpiade di scacchi a Londra. A partire dall'anno 1946 è la FIDE (federazione internazionale di scacchi, fondazione 1924) ad occuparsi dell'organizzazione dei Mondiali.

Negli ultimi anni furono sviluppati diversi programmi per computer riguardanti il gioco degli scacchi.

La storia degli scacchi

FAQs

Domande frequenti

Le figure sono di legno teak, molto resistente all’acqua.

Le figure vengono trasportate tramite la nostra ditta di trasporto di fiducia.

Offriamo anche la scacchiera in legno – consigliamo però di usare pavimenti di sassomarmo o altri materiali.

Garantiamo in caso di difetti tecnici della lavorazione per 1 anno, non però per cambiamenti naturali del legno o danni causati da colpi o urti causati da persone.

Si, come ogni legno anche il legno teak è una materia "vivente"; con il passare del tempo possono aprirsi delle crepe che però rendono i singoli pezzi ancor più particolari ed unici.

Si, perchè il legno teak è uno dei legnami più resistenti. Viene usato principalmente nella costruzione di barche.

Principalmente la pioggia non costituisce un problema, dato che le figure sono molto resistenti all’acqua. Se ha la possibilità di coprire le figure o di riporle all’interno, questo sarebbe sicuramente vantaggioso.


Manutenzione

Gli Scacchi in legno Teak sono di facile manutenzione. Infatti basta pulirli ogni tanto con un panno preferibilmente morbido ed umido per liberarli da polvere o eventuali macchie create dalla pioggia.

Il legno, essendo una materia “viva”, può subire lievi modifiche nel tempo. In particolare si possono aprire delle crepe dovute al continuo movimento del legno. Ciò nonostante, il legno è una materia molto piacevole e calda, non confrontabile alla plastica che è molto più fredda. Nel caso specifico del legno Teak, con la sua speciale venatura ed i suoi colori affascinanti, queste caratteristiche vengono alla luce in modo ancora più accentuato.
Inoltre le modifiche del legno spesso fanno si che una figura o qualsiasi pezzo d’arte diventi ancora più interessante e unico con il passare del tempo. 

 

Attenzione: gli scacchi in legno non sono da considerarsi come dei meri pezzi da gioco, vanno trattati come qualsiasi opera in legno. Ciò significa che non bisogna lasciarli a bambini o comunque che non bisogna lasciarli cadere o buttarli per terra, dato che ciò potrebbe causare delle ammaccature o rotture delle figure.

Insomma, non bisogna trattarli “con i guanti”, ma averne una certa cura. Premesso che il legno Teak è molto resistente alle intemperie (infatti viene principalmente impiegato nella cantieristica), è comunque molto utile se gli scacchi vengono coperti quando non utilizzati o durante delle forti intemperie.
Questo però vale anche per molte altre materie come per es. la plastica.



Scacchi Giganti - Giant Chess Europa

Contatto

Ferdinand Stuflesser 1875 Snc
di Filip & Robert Stuflesser

Via Pontives 20
I - 39046 Ortisei (Val Gardena) - Italia

Part. Iva: I-02658370214

info@giantchess.eu
+39 0471 796163
+39 351 751 8904

Whatsapp

 

Modulo di contatto